/ News / EZTRADER, AUTORIZZAZIONE CONSOB A RISCHIO. IL PASSAPORTO MIFID

EZTRADER, AUTORIZZAZIONE CONSOB A RISCHIO. IL PASSAPORTO MIFID

Vincenzo Quarta on 25/11/2014 - 19:47 in News

Nei giorni scorsi la CySEC, l’autorità cipriota di vigilanza sui mercati finanziari, EZTraderha
sospeso la licenza CIF alla società d’investimento WGM Services Ltd, proprietaria del marchio e della piattaforma di trading online sulle opzioni binarie EZTrader.com. A seguito di questa decisione, voluta dalla CySEC per presunte violazioni alla legge sui servizi di investimento, anche l’autorizzazione rilasciata da Consob potrebbe essere a rischio.

WGM Services, infatti, è iscritta nell’elenco delle imprese di investimento comunitarie senza succursale e, pertanto, autorizzata ad operare in Italia in virtù del Passaporto MiFID: ovvero la facoltà di ogni impresa fornitrice di servizi di investimento, autorizzata e regolata nel proprio paese, di offrire questi servizi in qualsiasi altro paese dell’area.

La direttiva sui mercati finanziari, o MiFID (Markets in Financial Instruments Directive), è una direttiva del Parlamento Europeo, entrata in vigore nel novembre 2007, che riguarda 30 stati: i 27 membri dell’Unione Europea ai quali si aggiungono Islanda, Norvegia e Liechtenstein.

Uno degli obiettivi principali della MiFID è quello di creare un mercato integrato degli strumenti finanziari all’interno dell’Unione. Tra i provvedimenti adottati per unificare e armonizzare le regole tra gli stati aderenti vi è, appunto, il passaporto europeo delle imprese di investimento: ottenute le dovute autorizzazioni nel proprio paese di origine, l’impresa di investimento deve segnalare, alla propria Autorità, in quale Stato membro intende prestare i propri servizi.

Secondo quanto previsto dalla direttiva MiFID, sarà l’Autorità competente del paese d’origine ad inviare le informazioni necessarie all’Autorità del paese ospitante, senza che quest’ultima rilasci ulteriori autorizzazioni.
Pertanto, qualsiasi provvedimento voluto dall’Autorità del paese di origine, come la sospensione o il ritiro dell’autorizzazione, avrà effetto anche nel paese ospitante. L’aggiornamento delle informazioni, e di eventuali segnalazioni, è di competenza dell’Autorità del paese ospitante.

La Commissione Nazionale per le Società e la Borsa, infatti, ha provveduto a prendere atto del provvedimento dell’autorità cipriota a carico di WGM Services Ltd, la quale, per tutta la durata della sospensione, non è autorizzata ad offrire i propri servizi d’investimento in Italia.

LEGGI ANCHE:
OPZIONI BINARIE, LA CYSEC SOSPENDE L’AUTORIZZAZIONE A EZTRADER

Comments are disabled

Comments are closed.