/ Finanza-Cultura / HONG KONG, BROKER ARRESTATO CON L’ACCUSA DI DUPLICE OMICIDIO

HONG KONG, BROKER ARRESTATO CON L’ACCUSA DI DUPLICE OMICIDIO

Rurik Jutting, broker inglese, arrestato con l'accusa di aver ucciso due giovani prostitute
Vincenzo Quarta on 06/11/2014 - 13:50 in Finanza-Cultura

Rurik Jutting, giovane broker della banca d’affari Merryl Lynch, è stato arrestato dalla polizia di Hong Kong con l’accusa di aver ucciso due donne: si tratta, secondo i media locali, di Jesse Lorena, 32 anni, e Sumarti Ningshi, 25 anni. Nell’appartamento del 29enne di origine britannica, le forze dell’ordine, avvisate dallo stesso Jutting, hanno ritrovato i due corpi: uno, sul pavimento, pugnalato alla gola; l’altro, sul balcone, rinchiuso in una valigia e in evidente stato di decomposizione. Pare che le ragazze fossero due prostitute molto conosciute nei quartieri a luci rosse della città asiatica. Intanto la polizia sta indagando sulla vita privata del brillante finanziere, laureato a Cambridge, e con esperienze in Barclays Bank, a Londra, e Merryl Lynch negli Stati Uniti prima di trasferirsi a Hong Kong, lo scorso anno. Fino ad una settimana fa, da quando Jutting era scomparso e si era, inspiegabilmente, licenziato.

Comments are disabled

Comments are closed.