/ Banche / IWBANK, PERQUISIZIONI DELLA GUARDIA DI FINANZA. IPOTESI RICICLAGGIO

IWBANK, PERQUISIZIONI DELLA GUARDIA DI FINANZA. IPOTESI RICICLAGGIO

La sede di IWBank in Piazzale Zavattari a Milano
La sede di IWBank in Piazzale Zavattari a Milano.
Vincenzo Quarta on 07/12/2015 - 08:09 in Banche, Broker online, News

Il Nucleo Speciale di Polizia Valutaria della Guardia di Finanza ha perquisito le sedi di Milano, Varese e Brescia di IWBank, la banca online del Gruppo Ubi Banca. L’inchiesta, diretta dal pubblico ministero di Milano Elio Ramondini, coinvolgerebbe alcuni dipendenti di IWBank accusati di riciclaggio e autoriciclaggio. In particolare, 12 funzionari della banca online milanese e un broker non avrebbero adempiuto alle verifiche previste dalla legge su circa centomila operazioni effettuate da clienti. Nel mirino di Procura e Guardia di Finanza diverse operazioni svolte da quattro società nelle isole Cayman, alle Bahamas e in altri paesi a fiscalità privilegiata con le quali sarebbero stati movimentati oltre 15 milioni negli ultimi 2 anni. Secondo l’accusa, i funzionari di IWBank non avrebbero messo in atto le verifiche previste dalla legge in materia di antiriciclaggio: ovvero, non sarebbero state richieste e registrate le informazioni sulla titolarità effettiva dei conti e sulla provenienza dei soldi depositati. Al momento, non risultano indagati manager né i vertici della banca.

Comments are disabled

Comments are closed.