/ Banche / SAXO BANK, DAL 14 DICEMBRE TRADING SU CFD CON ACCESSO DIRETTO AL MERCATO

SAXO BANK, DAL 14 DICEMBRE TRADING SU CFD CON ACCESSO DIRETTO AL MERCATO

Vincenzo Quarta on 02/12/2015 - 15:23 in Banche, Broker online, News

Saxo Bank ha annunciato che, dal prossimo 14 dicembre, non sarà più Market Maker sui CFD con sottostante azioni. A partire da questa data, infatti, la banca danese specializzata nel trading e negli investimenti online, fornirà il DMA (Direct Market Access) replicando gli ordini sui mercati azionari dove il sottostante è quotato. Secondo la società sono diverse le cause che hanno spinto a cambiare modello di esecuzione degli ordini: aumento del costo del capitale previsto dal regolatore, aumento nel costo dei dati di mercato necessari per l’esecuzione di ordini come Market Maker, costanti miglioramenti degli ordini eseguiti con la tecnologia Smart Order Routing e, soprattutto, la crescente sofisticazione dell’approccio al trading dei clienti. “Tale decisione – ha commentato Gian Paolo Bazzani, amministratore delegato di Saxo Bank Italia – è volta a portare il massimo beneficio alla clientela: negoziando nei book della borsa in cui le azioni sono quotate, facendo visualizzare i propri ordini limite nel mercato, migliorando la visibilità, tutti gli ordini sono visibili all’intero mercato e questo permette di valutarne la liquidità. Saxo Bank, grazie al supporto di LiquidMetrix, fornitore di statistiche sulla bontà delle esecuzioni di ordini nei mercati finanziari, pubblicherà mensilmente report per valutare l’efficacia e l’efficienza dello Smart Order Routing come modalità operative e le condividerà con i propri clienti. LiquidMetrix, infatti, fornirà a Saxo Bank statistiche mensili sui miglioramenti di prezzo su Smart Order Routing. “L’obiettivo – continua Bazzani – rimane quello di fornire piena trasparenza nell’esecuzione degli ordini, come già fatto 4 anni fa quando abbiamo preso la decisione di pubblicare tutti i trade su CFD contro i Market Maker per garantire ai clienti piena trasparenza nelle esecuzioni e nei prezzi”. Le modifiche non interesseranno i CFD sugli indici, materie prime, valute, tassi d’interesse e obbligazioni.

Comments are disabled

Comments are closed.