/ Finanza-Cultura / DUE HACKER UCRAINI ACCUSATI DI INSIDER TRADING

DUE HACKER UCRAINI ACCUSATI DI INSIDER TRADING

Securities and Exchange Commission
Vincenzo Quarta on 12/08/2015 - 21:12 in Finanza-Cultura

“Questo schema internazionale è senza precedenti in termini di portata della pirateria, di numero di operatori coinvolti, di titoli negoziati e di profitti generati”, sono le parole che Mary Jo Bianco, presidente della Securities and Exchange Commission, ha usato per descrivere il nuovo caso di insider trading scoperto dall’authority statunitense. Secondo l’accusa l’organizzazione criminale era guidata da due hacker ucraini,  Ivan Turchynov e Oleksander Ieremenko, e avrebbe coinvolto decine di operatori tra Russia, Ucraina, Malta, Cipro, Francia e Stati Uniti. Nel corso di cinque anni i sospettati avrebbero guadagnato oltre 100 milioni di dollari grazie alle informazioni finanziarie rubate e messe a disposizione dei trader prima della loro pubblicazione ufficiale. Dal febbraio 2010 oltre 150 mila comunicati stampa sarebbero stati sottratti  a diverse agenzie di stampa internazionale, tra cui Business Wire, Marketwired e PR Newswire.

Comments are disabled

Comments are closed.