/ News / GRECIA, I BROKER METTONO IN GUARDIA I TRADER

GRECIA, I BROKER METTONO IN GUARDIA I TRADER

Vincenzo Quarta on 03/07/2015 - 20:40 in News

La delicata situazione in Grecia allarma i broker di tutto il mondo e li costringe a rivedere le condizioni di trading applicate. Memori dell’estrema volatilità provocata, lo scorso 15 gennaio, dalla decisione della Banca Nazionale Svizzera (e delle relative perdite) gli intermediari corrono ai ripari per prevenire il rischio di estrema volatilità. Tra gli altri, Alpari ha annunciato l’aumento dei margini richiesti sui cambi euro/dollaro e euro/yen avvertendo i propri clienti che, se le condizioni di mercato dovessero peggiorare, potrebbe essere consentite solo operazioni di chiusura delle posizioni già in essere. FXCM, il più colpito dalla scossone della banca nazionale svizzera e salvatosi grazie ad un prestito da 300 milioni di dollari erogato da Leucadia, ha aumentato di quasi il 10% i margini richiesti su tutte le coppie di valute contro la moneta unica europea. A questi si aggiungono altri intermediari, come l’olandese De Giro, che ha sospeso il trading sulla Borsa di Atene, e Saxo Bank: “In linea con altri broker abbiamo limitato le operazioni in titoli e CFD greci” ha detto un portavoce della banca danese.

Comments are disabled

Comments are closed.